Santuario di Maria SS delle Grazie


Vai ai contenuti

La festa

Il Santuario

La Festa

Esistono varie leggende che ricorrono ad eventi “miracolosi” per spiegare questo attaccamento, ma al vago della leggenda si contrappone la concretezza di un legame davvero “miracoloso” che unisce la gente della Piana ai sangiovannesi nella venerazione alla nostra Madonna delle Grazie, legame che si traduce in una presenza fissa di migliaia di pellegrini, ogni anno, alla festa.

Importantissima è anche la presenza in occasione della festa dei tantissimi emigranti sangiovannesi che ritornano, ogni anno, da ogni parte del mondo, per assistere alle celebrazioni in onore della Vergine delle Grazie.

Moltissimi sangiovannesi che risiedono nel Nord Italia ritornano a settembre in Calabria, magari solo per due giorni, per “vivere” la festa della Madonna delle Grazie e per riunirsi nella gioia della festa ai loro parenti.

Molti emigrati in Australia ritornano spesso a San Giovanni, per ritrovare le loro radici nella fede mariana. Si tratta di una sorta di cordone ombelicale mai recìso che unisce ancora tanti emigrati Sangiovannesi alla Madre comune.

La festa comincia con un intenso novenario, che si conclude il giorno della solenne ricorrenza, la terza domenica di settembre. Per nove giorni consecutivi il Santuario delle Grazie è meta di continui pellegrinaggi. Per tradizione, molti gruppi di pellegrini dei paesi vicini giungono a San Giovanni a piedi nei giorni del novenario.

La festa “ufficiale” comincia il sabato, giorno di vigilia. Durante tutta la giornata al Santuario si succedono le messe e l’arrivo di gruppi di fedeli. La sera del sabato comincia l’intensissima veglia di preghiera (
a nottata). Si tratta di uno dei momenti di preghiera più vivi e significativi: per tutta la notte nella Chiesa gremita risuonano canti e preghiere, in un clima di gioia e di attesa per il giorno di festa. La veglia si conclude all’alba con la S. Messa.

Il grande giorno di festa vede l’afflusso di migliaia di persone. La Celebrazione solenne e la processione per le vie del paese sono il culmine dei festeggiamenti. La lunga processione si snoda per le vie di San Giovanni per tutto il primo pomeriggio, partecipata e intensa. I canti animano il percorso della processione, che si conclude nel tardo pomeriggio, con il ritorno della statua al Santuario. Per tutta la serata, fino a notte fonda continua l’afflusso di fedeli.


I festeggiamenti si concludono nel cuore della notte, con lo spettacolo dei fuochi artificiali. In un'esplosione di colori e di emozioni si consuma l'ultimo atto di una sentitissima festa popolare che, anno dopo anno, richiama a San Giovanni di Gerace migliaia di pellegrini devoti alla Vergine delle Grazie.


Home Page | Il Santuario | Il Comune | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu