Santuario di Maria SS delle Grazie


Vai ai contenuti

L'ambiente

Il Comune

Le colline che circondano il paese sono ammantate da maestose piantagioni di ulivo. Salendo verso la montagna, la macchia mediterranea si manifesta in tutta la sua bellezza. Nei valloni ombrosi e scoscesi predomina il leccio che in alcune zone forma ancora spettacolari foreste dallo sgombro sottobosco in cui si ergono ancora tronchi sinuosi e possenti, avvolti da una corteccia scura e finemente cesellata, le fronde intricate e compatte che impediscono alla luce di filtrare. Quasi alla stessa altezza, il paesaggio si caratterizza per la presenza del castagno. Vi sono ancora magnifici boschi segnati dalle forme possenti di alberi stramaturi, cavi e contorti, le cortecce maculate di licheni, il terreno puntellato di felci e massi ricoperti di morbido muschio. La sommità dei rilievi si caratterizza per la folta presenza del faggio i cui tronchi imponenti e colonnari che si innalzano da un soffice tappeto di foglie, ricordano le atmosfere austere e le magiche navate delle cattedrali gotiche.


Caratteristico è il tratto superiore della fiumara Livadio, la cui acqua gorgogliante scorre seminascosta sul fondo di una valle ombrosa, in un alternarsi di luci multicolori ed ombre e che poi, più in basso, si tuffa sul fondo di gole dalle pendici erose e in strettissimi canyon in un susseguirsi di magnifiche cascate e laghetti. Da visitare è il percorso naturalistico che, partendo da località Campi, porta fino all'area pic-nic della Scialata. Il percorso, che si snoda in un incredibile groviglio di vegetazione e di rocce, è stato appositamente creato per godere di una delle bellezze più superbe della costa jonica reggina. Si ha così l'opportunità di ammirare uno dei luoghi più pittoreschi e selvaggi, proiettando il visitatore in un ambiente praticamente abbandonato alla sua naturale evoluzione, risparmiato da strade e dalle consuete attività distruttrici degli uomini.

Home Page | Il Santuario | Il Comune | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu